67 battute al minuto

Se io sapessi dove mettere le mani

comincerei a compiere gesti nella stanza e

potrei manomettere le corde di questo violino stridente

per accordare la mia vita col sentimento che ho dentro

 

se io sapessi quali parole pronunciare

libererei questa voce prigioniera

tirerei fuori tutta la mia forza per poterle dire e gridare se necessario

affinchè questa tortura finisca per lasciare spazio all’aria fresca

 

se io sapessi dove guardare

mi metterei alla finestra e pregherei tutti gli dei di questo universo

supplicandoli per davvero

per poter avere accanto a me per sempre la luce del mio cuore

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...