Il Giorno dell’Indipendenza

Tornerai da me
Tornerai da me
L’acqua non potrà mai separarsi dalle città di mare
E la brezza dal vento che accende passioni
E colora catene di fiori
E noi sempre insieme eravamo silenziose avanguardie
Com’era bianca la neve
Che ci avvolgeva d’idrogeni e d’amore
Eri come il sole d’inverno
Che trafigge la nebbia sui monti
Forse un po’ ingenuamente
Sognavo in un mondo felice
Senza rendermi conto che troppo amore ferisce
Tornerai da me
Tornerai da me
Come il fuoco dal legno
Non puoi sapere il cuore dai sentimenti
Basta un solo pensiero
E torna di nuovo il sereno nei giorni piovosi
Non so dove ti trovi
Ma son sicura che ancora mi senti il viaggio nel tempo
Rende evanescenti le trepidazioni
Eri come il sole d’inverno
Sulla nostra vita felice
In un mondo però che ancora tradisce
Non c’è vita che non attraversi delusioni ed annebbiamenti
Dopo tante parole ci sono anche i grandi silenzi
Tornerai da me
Tornerai da me
Eri come il sole d’inverno d’inverno
Che trafigge la nebbia sui monti
Forse un po’ ingenuamente
Sognavo in un mondo felice
Non c’è vita che non attraversi delusioni ed annebbiamenti
Dopo tante parole ci sono anche i grandi silenzi
(Juri Camisasca per Alice)
90798bc7-bfc2-4163-883b-6430826b9bf0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...