I Neoprimitivi

Quando ritorno nella città, saltuariamente, vedo attraverso i tombini una rete nascosta, dove si muovono nell’oscurità le povere anime parallele di quelli che solcano i marciapiedi di fretta, con smorfie sprezzanti.

Una nuova razza di esseri corazzati Vuitton, insetti senza individualità guidati dalla non-coscienza dello sciame, volgari primitivi intelligenti ed addomesticati dal social media, pronti a divorare tutto come le locuste, senza vergogna e rispetto, con indifferente voracità urbana.

Marce di furore, rozzi slogan in manifestazioni tribali che riempiono le piazze di merda, mentre le vetrine calano le serrande, per celare la mercificazione della vita che fanno luccicare ogni giorno per gli allocchi schiavi del denaro.

Lasciatemi nel mio choc, non datemi appuntamenti, e non mandate messaggi, che non mi interessa nulla di tutto questo delirio metropolitano.

Devo preparare il mio ritorno.

Schermata 2020-06-21 alle 02.40.45

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...