Tu non vuoi andare a dormire

tu non vuoi convincerti

tu sei assalito da questo senso di vuoto

tu sei ricolmo di noia impermeabile

tu sei in panico per via del tempo che scorre e non sai dove andare

tu credi di poter ballare ogni tanto ma sei incapace di fidarti delle tue gambe

tu vorresti fare, ma non fai un cazzo

tu vorresti nasconderti, ma non puoi

tu non vorresti perdermi, ma tu non puoi

tu sei esasperato ma guardati

 

questo senso costante di incompletezza, di mancanza di tutto e potere sul niente, questo porto che fa scappare le acque per scoprire aride rocce e poveri fondali, questo povero corpo che inerme incassa tutto lo sporco che si accumula dentro per colpa tua, questo profumo di quiete che solo tu puoi assaporare quando ti stendi nel tuo letto essenziale di lenzuola e mughetto, questa tastiera del pianoforte su cui abbatti le tue dita,  che fa cadere il vento, accompagnandole con una melodia tutte le volte diversa, ti ricorda la fragilità di quel giorno in cui nel tuo silenzio hai scoperto esserci tutta la tua intimità, tutte le tue ore, infinite, che ritornano a tenerti l’unica dolce compagnia.

Quando è ora di andare a dormire, tutti dormono, e tu resti sveglio a guardare, perchè tu non vuoi andare a dormire.

Era già sera.

Schermata 2020-05-12 alle 03.38.07

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...