Lacrime d’angelo e Palmolive

43984383_454470238409012_8731335783799767397_n

Rinascessi in Russia, già diabetico o non rinascessi

proprio mi mancherebbe lo stesso qualcosa di personale

come il lungo Po con i miei amici a qualunque ora e una birra,

il tenente Colombo a cena su Rete4, mentre mangio la pasta Afeltra,

Mae Ling in fuga sui tetti del cortile che da la caccia a esseri minuscoli

per qualche ragione; o quando tutti noi si vide quel rigore

di Baggio al mondiale: finale Italia-Brasile ’94 al Bar Smile,

cali di pressione e sguardi a Gesù bambino, chi caffè e

sigaretta chi limoncello.

Io gli altri e altri ancora, messi assieme spesso a due a due.

La prima volta che ho detto ti amo; dice anch’io, lo leggo

sulla bocca.

Si prova inevitabilmente a immaginare

l’eternità, tre mesi e mi lascia per il suo migliore amico.

Eppure avevo visto Sapore di mare 1&2

Pensavo fosse amore invece era un calesse

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto.

Niente. Puoi prepararti quanto vuoi, leggere Osho e Morelli

per mesi ma l’amore diventa fame e spazio improvviso e ti

divide in una scia di pezzi diversi che ricomponi allo specchio

almeno per farti la barba quando passa tuo padre.

Ti guardi in canottiera, fermo con il rasoio in mano.

Lacrime d’angelo e Palmolive sulla tua faccia da ventenne.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...